IL CORRIERE DELLA POLPETTA


TRATTORIA PIZZERIA LA CAPPELLETTA
12 giugno 2011, 18:38
Filed under: Pizzerie, Trattorie Milanesi e Lombarde

“Narrano leggende che ai tempi dei Romani, nel luogo ove ora sorge la Cappelletta vi fosse un santuario cristiano. Forse era solo un sasso, ma con il passare del tempo e’ diventato un simbolo, che ha acquistato una forza e una simbologia da caratterizzare un intero paese quale era Lambrate. Oggi purtroppo non la si nota quasi più, sommersa dalle case e dalle auto, ma è bello sapere che un luogo così ricco di spiritualità a cui generazioni di lambratesi hanno affidato le loro preghiere, sia sempre qui a portata di mano”.

Questo l’incipit-presentazione che si legge sul menù e sul sito internet. Fosse per me, basterebbe solo quello per recensirlo. Ma andiamo con ordine, che le ragioni sono varie e devono essere tutte raccontate. Il locale si trova nel piccolo quartiere ‘ferroviario’ di Lambrate, un tempo borgo ai margini di Milano, davanti ad una piccola Cappelletta cristiana dalla storia antica, a quanto pare. All’interno, un ristorante dallo stile paesano, con un personale gentile che ti offre una cucina genuina, semplice ma soprattutto buona, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Primi e secondi caserecci, robusti ma dal gusto delicato, gnocco fritto a go-go ma soprattutto la pizza al trancio. Quella alta, farcita in mille modi, croccante e goduriosa. Insomma un variegato menù per saziare tutti gli appetiti più intransigenti che si chiude con un buon numero di dolci fatti in casa e una lunga scelta di birre alla spina e in bottiglia. Insomma, un ristorante che entra a tutti gli effetti nella lista degli imperdibili. D’altra parte, se perfino gli antichi romani, che la sapevano lunga, avevano scelto questo posto per costruire un luogo di culto, qualche motivo ci doveva pur essere. Edamus, bibamus, gaudeamus…

Trattoria Pizzeria La Cappelletta
Via Carlo Bertolazzi 26
Mappa
Tel: 02 2151456
Aperti sempre
www.trattorialacappelletta.it



LA PULPERIA
12 giugno 2011, 17:39
Filed under: Ristoranti Etnici

L’avevano capito i nostri antenati romani che la Galizia – dal latino Gallaecia – era una terra che poteva regalare molte sorprese. L’attuale regione costiera dell’estremo nord-ovest della Spagna, infatti, occupa gran parte dell’antica provincia romana, che comprendeva anche parte dell’attuale Portogallo settentrionale. Questa introduzione storica per delineare i tratti della cucina galiziana: una cucina semplice, principalmente di mare, ma saporita e decisa. E chissà se i romani hanno conosciuto il loro piatto tipico, il pulpo a la gallega, servito a fettine in compagnia di patate in umido con un pizzico di paprika e limone. Comunque per tutti i milanesi del terzo millennio, la soluzione è fare un salto a la “Pulperia”, piccola e allegra taverna colorata che propone tapas galiziane.

Un locale spartano, dove riecheggiano i colori del bianco e dell’azzurro propri della regione spagnola, di cui è esposta trionfalmente la bandiera, con pochi posti a sedere e coloratissimi piatti e bicchieri di ceramica. Insomma un ambiente che ben si sposa con la cucina di tapas e lo spirito latino di fondo. Oltre al già citato pulpo a la gallega, servito tenerissimo e appetitoso, è possibile assaggiare numerose prelibatezze di mare come il baccalà mantecato, le seppioline con polenta bianca, i calamari ripieni, la frittura mista di pesce, le capesante marinate, le sarde e le alici fritte, i ciuffetti di calamari su crostini e per chiudere addirittura i cannolicchi.

Di galiziano viene proposto anche il formaggio di pecora tipico con il miele, poi per il resto il menù propone piatti tipici spagnoli come la tortilla, la crema di zucca, lo jamon serrano adagiato sul tagliere, la paella, e per chiudere non può mancare la crema catalana. Da bere qualche proposta di vini spagnoli e soprattutto l’evergreen birra San Miguel, vanto della penisola iberica. Per tutto questo concerto di sapori e profumi si torna a casa con il portafoglio alleggerito di 25 euro a persona, vini a parte, e con il biglietto da visita del locale che recita “In pulpo et vino veritas”… come dargli torto.

La Pulperia
Via Piero della Francesca 75
Mappa
Tel: 02 87386584
Chiusura lunedì e sempre a pranzo (eccetto la domenica)



LA COCCINELLA
27 agosto 2010, 20:24
Filed under: Pizzerie

by Jenny

Si parte come per lidi lontani, sfidando le polveri dei cantieri, i lavori in corso che forse ne modificheranno l’identità. Ma l’approdo è ancora lì, intatto: l’Isola – la zona di Milano dietro la stazione Garibaldi – è sempre pronta ad accoglierci, fiera della sua i-solitudine, combattiva nel mantenere la sua autocrazia. Un quartiere così non poteva non avere una delle migliori pizzerie di Milano, con la pizza più ambita e, ça va sans dire, a prezzi imbattibili.

La pizzeria Coccinella riflette in pieno lo spirito del quartiere, nella sua semplicità, nei locali piccoli e familiari, nei modi un po’ bruschi di Martino, la figura ormai quasi mitologica che ci accoglie, guardando come marziani quelli che non hanno prenotato. In estate ci sono anche i tavolini fuori per cui aumentano le possibilità di trovare posto anche per gli improvvisati. Pizza cotta nel forno a legna e birra media a 10 euro, sembra quasi sovversivo… Un segreto da far circolare solo tra i polpettosi d’hoc.

La Coccinella
Piazza Tito Minniti 8
Mappa
Tel: 02 6080407
Chiusura Lunedì



PIZZERIA ALLA FONTANA
26 agosto 2010, 15:46
Filed under: Pizzerie, Trattorie Particolari

by Alessandro Pecci

La Pizzeria Alla Fontana ha aperto quasi quaranta anni fa, servendo inizialmente solo pizza al trancio. Con il passare degli anni, l’offerta si è estesa anche a primi, secondi, dolci, etc. L’impatto con il locale è molto soddisfacente: tavolini all’esterno sotto un lungo tendone e tre sale abbastanza ampie, arredate in legno. Un’atmosfera decisamente retrò che accompagna alla perfezione la clientela tipica del pranzo: operai, impiegati, muratori e così via. Moltissima clientela fissa, che ama chiacchierare con il personale. I piatti del giorno sono indicati su alcune lavagnette appese in alto sulle colonne centrali e comprendono sempre una selezione di due/tre primi e due/tre secondi.

I primi piatti sono già preparati e trionfano all’ingresso in larghi contenitori di alluminio. La qualità è comunque assolutamente ottima, spaziando dalle onnipresenti lasagne al ragù fino a piatti più particolari come il risotto al nero di seppia. Tra i secondi spicca una monumentale costata e, d’estate, svariati piatti freddi come il vitello tonnato o prosciutto e bufala. L’impressione è che il menù sia davvero vario e che cambi giornalmente seguendo disponibilità delle materie prime e soprattutto la stagione. Porzioni abbondanti, prezzi molto contenuti: si va dai 3,5€ per un trancio di pizza a 4/5€ per i primi e 6/8€ per i secondi. Non da ultimo, citiamo l’atteggiamento del personale che gestisce il locale, che con i modi gentili ma anche bruschi e ironici contribuisce a creare una perfetta atmosfera da vecchia trattoria familiare.

Pizzeria Alla Fontana
Via Giovanni Thaon di Revel 28
Mappa
Tel: 02 6684735
Aperti sempre
www.pizzeriallafontana.com



KITCHEN
9 giugno 2010, 22:13
Filed under: Trattorie Particolari, Trattorie Regionali

IN REVISIONE

by Pupi

Non lasciatevi ingannare dall’aspetto curato e al limite del fighetto: a una prima occhiata può sembrare l’ennesimo ristorante fusion pretenzioso, di cui Milano è ormai satura. Invece Kitchen è l’evoluzione della trattoria di quartiere: camerieri attenti, un’offerta di cucina casalinga con qualcosa in più, prezzi bassi e qualità su tutti i fronti. Fortunati gli abitanti del quartiere Stadera, che tra case Aler occupate e la sciccosa sede della Pomellato hanno, al di là dei kebabbari e delle pizzerie d’asporto, sotto casa questo gioiellino. Dagli antipasti ai dolci, tutti i piatti sono caratterizzati da una regione di appartenenza, a cui l’estro dello chef aggiunge ingredienti inediti ma in linea con la tradizione. Le porzioni meritano di essere menzionate: qui con un piatto si è già sazi, che sia antipasto, primo o secondo. Ed è un peccato, perché tutto quello che c’è sul menu stuzzica curiosità e appetito.

Tra gli antipasti (tra gli 8 e i 9 euro), segnaliamo il polpo tiepido e un’ottima vera bresaola, sempre accompagnati da verdure di stagione; tra i primi (tutti intorno ai 9 euro) gli gnocchetti fatti in casa, gli spaghetti alla chitarra con pistacchi di Bronte, la pappa col pomodoro, la zuppa di verdure; tra i secondi i calamari ripieni, l’hamburger, il coniglio in umido (per un costo massimo di 14 euro). E consigliamo di trattenersi e lasciare il posto per uno dei favolosi dolci fatti in casa, fra cui spiccano il sorbetto e la cassata. Viste le ampie porzioni, suggeriamo di evitare antipasto-primo-secondo-dolce, ma di combinare due portate, per esempio primo e dolce, o antipasto e secondo. E, visto che il coperto non si paga, in conclusione, con 20/25 euro si esce con la pancia piena e pienamente soddisfatti.

Kitchen
Via Neera 40
Mappa
Tel: 02 84895749
Chiusura Sabato a pranzo e Domenica
www.kitchenristorante.com



MANFREDI AMILCARE
22 febbraio 2010, 19:53
Filed under: Trattorie Milanesi e Lombarde

by Alessandro Pecci

Entrare alla trattoria Manfredi Amilcare è come scoprire un’oasi alla fine di una lunga camminata nel deserto: in uno dei quartieri più etnici di Milano, la certezza rassicurante di una trattoria a conduzione familiare che serve piatti dai sapori decisi, netti, semplici e rigorosi. Scegliendo da un menu autenticamente démodé scritto (ogni giorno!) a macchina, si può spaziare dalla pasta al ragù al bollito in salsa verde, da una costoletta alla milanese alla trippa alla cremonese senza mai temere brutte sorprese. Prezzi contenutissimi (con 15€ si va dal primo al dolce) e ambientazione Anni ’50. Gettonatissimo a pranzo da impiegati e operati, aperto anche alla sera.

Manfredi Amilcare
Via Carlo Imbonati 11
Mappa
Tel: 02 6081008
Chiusura Domenica



CIGNOLI
6 febbraio 2010, 12:40
Filed under: Non solo ristoranti, Pizzerie

by Flavia & Marco

Per chi ama la pizza alta. Per chi odia le formalità. Quanta? E’ con questa domanda che si viene accolti dal verace proprietario della “PIZZA al trancio” di viale Famagosta 8. Perché di scelta non ce n’è. Qui si compra solo margherita al trancio. Unica opzione è l’origano. Teglie rotonde cotte al forno a legna. Pezzi grandi. Prezzi onesti: 10 euro al chilo di bontà sincera. Squisita anche il giorno dopo. Consigliato ai palati più robusti. Take away anni ’70 per i nostalgici.

Cignoli
Viale Famagosta 8
Mappa
Tel: 02 8136136
Chiusura Lunedì